homepage » Pubblicazioni » Percorsi e prospettive
invia mail   stampa

Percorsi e prospettive

La democrazia dei partiti e la democrazia nei partiti
a cura di Stefano Merlini

(Passigli Editori, 2009)


L'articolo 49 della Costituzione Italiana attribuisce ai cittadini il diritto di associarsi in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale.
Dal 1948 ad oggi, i partiti politici sono stati, effettivamente, gli indiscussi protagonisti della politica nazionale che è stata da loro ‘determinata' nel Parlamento, nel Governo, nella Pubblica Amministrazione, nell'economia, nell'informazione, nella cultura e così via.
Più difficile è, invece, sostenere che i partiti siano stati, come prescrive la Costituzione, gli strumenti attraverso i quali i cittadini hanno attivamente partecipato alla determinazione delle scelte politiche e delle classi dirigenti dei partiti stessi, realizzando quella ‘democrazia di massa' o democrazia ‘organica' che era stata auspicata all'Assemblea Costituente da Elio Basso e da Palmiro Togliatti,
da Costantino Mortati e da Aldo Moro.
La democrazia dei partiti, che sono stati, in Italia, i ‘padri della Costituzione' è sembrata, infatti, trasformarsi progressivamente in un sistema politico che ha livellato a favore dei partiti quella articolazione democratica e istituzionale (sistema associativo, autonomia della cultura, pluralismo del sistema dell'informazione, referendum,
istituti di garanzia, separazione dei poteri) che è invece prevista dalla stessa Carta Costituzionale. Dall'altra parte, debolissima, per non dire inesistente, è stata la democrazia all'interno dei partiti, che si è fondata, per decenni, su statuti fondati sul centralismo democratico o su di un sistema correntizio, entrambi molto lontani da quel ‘metodo democratico' che l'articolo 49 della Costituzione sembra imporre ai partiti che vogliono concorrere alla determinazione delle scelte politiche nazionali.
Oggi, i partiti politici, dopo la lunghissima inattuazione dell'articolo 49 della Costituzione, sembrano dichiararsi favorevoli all'approvazione di una legge sui partiti che imponga loro almeno un minimo di democrazia interna; tuttavia, mentre in Parlamento appaiono bloccati tutti i progetti e i disegni di legge che si occupano di questo problema, gli statuti e le prassi dei partiti, anche dei più nuovi, appaiono molto lontani da un'adozione soddisfacente di quel metodo democratico che i partiti politici hanno, invece, accettato negli Stati Uniti, in Germania, in Spagna, in Gran Bretagna ed in molti altri paesi d'Europa.
Questo volume, che contiene l'ultimo scritto di Leopoldo Elia a favore di un'approvazione di una legge sui partiti politici, comprende scritti di noti costituzionalisti, politologi e uomini politici su di un problema che appare sempre più decisivo per una riforma effettiva del sistema democratico del nostro paese.

Quaderni Cesifin

Quaderni Cesifin la collana       


Produzione, gestione, smaltimento dei rifiuti in Italia, Francia e Germania. Tra diritto, tecnologia, politica

Produzione, gestione, smaltimento dei rifiuti in Italia, Francia e Germania. Tra diritto, tecnologia, politica

a cura di Ginevra Cerrina Feroni

scritti di
Sara Benvenuti, Ennio Carnevale, Roberta Carnevale, Gian Franco Cartei Giulio Citroni , Veronica Federico, Ginevra Cerrina Feroni, Lidia Lombardi Andrea Lippi, Massimo Morisi, Pietro Milazzo, Deborah Russo

Torino, Giappichelli, ...[continua]

Percorsi e Prospettive

Presentazione della Collana


La cultura negli anni '30<br>a cura di Giuseppe Morbidelli

La cultura negli anni '30
a cura di Giuseppe Morbidelli

(Firenze, Passigli Editori, 2014)


scritti di:
Piero Barucci, Cosimo Ceccuti, Roberto Ciardi, Pierluigi Ciocca, Renzo Costi, Maurizio Fioravanti, Emilio Gentile, Giampiero Maracchi, Fabio Merusi, Giuseppe Morbidelli, Francesco Perfetti, Alessandro Petretto, Sandro Rogari, Piero Roggi, ...[continua]

Vai ai video

[vimeo=http://vimeo.com/92816856]

Links e segnalazioni

Cesifin consulta